“I SENTIERI DEI SIBILLINI”, RAI Cultura e Luigi Maria Perotti.

L’ASSOCIAZIONE NEXT ODV in collaborazione con RAI CULTURA presenta il documentario “I SENTIERI DEI SIBILLINI” con il regista Luigi Maria Perotti. A seguire: dibattito sulla potenzialità dei Sibillini, bene culturale e turistico, la cui valorizzazione può generare impatto sociale sul territorio e su tutta la Comunità.

perotti_1082019.jpg

L’appuntamento è stato giovedì 1 agosto 2019 alle ore 21, presso Bottega del Terzo Settore, struttura nata dal recupero e dalla restituzione alla collettività dell’ex Cinema Olimpia, nel cuore di Ascoli Piceno. L’Associazione NEXT ODV presenterà il documentario “I sentieri dei Sibillini” della serie “Di là dal fiume e tra gli alberi”, alla presenza del regista e, dopo la proiezione, animerà una tavola rotonda con le associazioni e gli attori del territorio per raccontare i progetti in corso e stimolare il dibattito sulla rigenerazione delle aree interne anche nel post sisma.

Il documentario, realizzato per la serie RAI CULTURA “Di là dal fiume e tra gli alberi”, è un viaggio affascinante e sorprendente lungo le strade e le sterrate dei Monti Sibillini, dominati sin dal nome dalla presenza mitica e senza tempo della Sibilla. Lo scenario cambia costantemente: prati morbidi e assolati, boschi fitti di un verde abbagliante, gole ombrose e strette, acque gelide e pure, cime lontane di roccia affilata. E poi i borghi, piccoli e bellissimi, incastonati come gioielli nelle montagne, feriti ma non uccisi, dalla furia distruttiva del terremoto. E poi gli uomini e le donne dei Sibillini, che, tenaci, resilienti e creativi, si sono rimboccati le maniche per costruire il nuovo corso degli eventi. Un viaggio insomma che lega passato e presente, leggenda e storia, enigmatico e conosciuto, in una trama tanto armoniosa quanto inscindibile nei singoli elementi. Pellegrini, eretici, cavalieri, streghe e cantastorie sono solo alcuni dei personaggi, di cui pare quasi di percepire il passaggio, mentre si cerca di catturare la magia dei Monti Azzurri. Un libro del comando, un’antica raffigurazione sulle mura di un santuario, un carro trainato da buoi finito sul fondo di un lago, una grotta fatata, le forche dei montanari, sono solo alcune delle storie in cui ci si imbatte, mentre si tenta di svelarne il mistero, mistero su cui si staglia imperiosa l’inafferrabile figura della Sibilla, che tutto sembra pervadere. Ad accompagnare Perotti “guide” d’eccezione: Cesare Catà (scrittore), Padre Gianfranco Priori (rettore del Santuario Madonna dell’Ambro), Rosangela Censori (responsabile del Museo della Sibilla) Leopoldo Tomassini (archeologo), Pietro Ripani (guida alpina), Giambattista Tofoni (direttore esecutivo di RisorgiMarche) e molte altre interessanti voci.

Dopo la visione del documentario c’è stato uno spazio dedicato all’autore e un momento di confronto in merito alla ricchezza, alle potenzialità e al futuro del nostro territorio, patrimonio di tutti. Erano presenti alcune associazioni che lavorano attivamente per fare innovazione sociale: valorizzare i Sibillini, bene culturale e turistico, vuol dire generare un impatto sociale sul territorio e su tutta la Comunità.

– – – – –

Luigi Maria Perotti è originario di San Benedetto del Tronto ma vive a Roma. Negli ultimi anni ha realizzato numerosi documentari di impronta storico-culturale e partecipato a diversi festival di calibro internazionale. Oggi collabora stabilmente con la Rai.

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close